info[at]abraccettoconlastoria.com

Occupazione nazista di Roma

A Braccetto con la Storia

Occupazione nazista di Roma

0
(0)

Dopo la caduta del fascismo e la formazione del governo Badoglio, alcune truppe del Regio Esercito erano confluite nella capitale. Contemporaneamente i partiti di sinistra, nuovamente tollerati, vennero alla scoperta e organizzarono i primi nuclei militari antifascisti.

Quindi, fin dall’annuncio dell’armistizio la sera dell’8 Settembre, la necessità di difendere Roma non erano escluse. Ma all’alba del 9 Settembre, il re Vittorio Emanuele III, Badoglio e le autorità militari lasciarono la capitale senza impartire alcun ordine, lasciando le truppe nella totale incertezza.

Dopo i combattimenti nella periferia della sera dell’8 Settembre, le truppe furono costrette a ritirarsi e la mattina del 10, esse si riunirono davanti alla Porta San Paolo insieme a civili accorsi spontaneamente in aiuto e civili organizzati in gruppi antifascisti. Nonostante la schiacciante superiorità tedesca e il miglior equipaggimento nazista, il fronte resistette, facendosi scudo con i vagoni dei tram.

Nel primo pomeriggio, però, le divisioni corazzate tedesche travolsero la resistenza e il comandante della Divisione “Centauro”, Leandro Giacconi, firmò la resa con i tedeschi. A questo punto il comando italiano, su richiesta nazista, chiese di cessare il fuoco e Roma rimase, come da patto, presidiata da pochi soldati italiani. Nonostante ciò, subito dopo i tedeschi rinnegarono il patto e occuparono la città.

Qualche giorno dopo, la neonata Repubblica Sociale Italiana (RSI) ordinò il disarmo di tutte le rimanenti truppe italiane e il controllo nazifascista diventò totale.

La battaglia di Porta San Paolo è considerata da molti il fulcro della Resistenza Italiana, con la quale si possono osservare i comportamenti dei “protagonisti” dell’occupazione tedesca in Italia.

    Ti è piaciuto questo post?

    Fai click sulle stelline per votarlo!

    Average rating 0 / 5. Voti totali: 0

    Ancora nessun voto. Sii il primo!

    Se hai trova questo post interessante...

    Seguici sui social!

    Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto....

    Aiutaci a migliorare!

    Come possiamo migliorare questo articolo?

     

    Lascia un commento

    Ehi, come va?
    Lo sai che ti stai perdendo un sacco di cose interessanti?
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER NON PERDERTI NEANCHE UN CONTENUTO!
    Ehi, come va?
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER NON PERDERTI NEANCHE UN CONTENUTO!